NEWSPAPER(smokin'paper)...Noticias

MAGRAVS: FUTURO O FANTASCIENZA ?
(Keshe e L’esercito pacifico degli scienziati illuminati)
articolo scritto da #685
1_INTRO…
Il 2012 è un anno simbolicamente importante, il cui fascino lascerà un alone nei ricordi di molti di noi e lungo il corso della storia futura. Questo anno è storicamente la fine di un’epoca, incominciata verosimilmente con le civiltà mesopotamiche, circa 5600 anni fa. Pe
r qualcuno rappresenta un forte cambiamento, un salto quantico, la fine del kaliuga, l’evoluzione dell’umanità verso una nuova, più ampia e più profonda conoscenza e consapevolezza di sé, unita ad un senso d’appartenenza e d’amore totale e incondizionato verso la vita nell’universo. Molte delle persone che in questi anni hanno creduto nella possibilità che tutto questo potesse essere reale, hanno praticamente gridato al miracolo quando, pochi mesi fa, su internet è iniziata a circolare la voce che un ingegnere iraniano avesse inventato un reattore, in grado di creare e modificare la materia, attraverso il quale sarebbe stato finalmente possibile usufruire di energia totalmente pulita e illimitata. Il nome dell’ingegnere è M.T. Keshe e, in pochissimo tempo, questo nome diventa sinonimo di speranza per molti, quando si viene a sapere che, lanciando una sorta di ultimatum, dalla sede della sua fondazione in Belgio, regala a diversi paesi del mondo i progetti e le istruzioni per l’utilizzo della sua tecnologia a beneficio dell’umanità. Anche se purtroppo i media ufficiali hanno dato pochissima visibilità alla notizia, il mondo della scienza si è diviso e bloggers di ogni parte del mondo si sono attivati, facendo circolare informazioni che sono state necessarie a scaturire l’interesse di numerose persone che, a loro volta, hanno cercato di esercitare pressioni nei confronti di rappresentanti dei propri governi, affinché prendessero seriamente in considerazione, l’idea di visionare ed utilizzare quest’invenzione così rivoluzionaria. In Italia, la Fondazione Zanetto, che da qualche hanno ha istituito il premio “talent gold” (insieme al progetto “arcipelago one” – isole del risveglio), si è subito interessata alla vicenda, ed ha voluto premiare ed invitare M.T.Keshe. Così, grazie a quest’occasione, dopo essere già stato a Firenze nel mese di novembre, Keshe è ritornato in Italia, per incontrare il 15-16-17 dicembre a Montichiari (BS), Padova e Bologna, alcuni rappresentanti delle istituzioni, della stampa, della scienza, della medicina e, in genere, il popolo.

2_RADIO FUJIKO…
L’atmosfera che si respira è quella della grande attesa già dalle prime ore del pomeriggio, quando nel centro fieristico che ospita l’evento, iniziano lentamente ad affluire intorno alle 300 persone, provenienti prevalentemente dal centro-nord Italia. Il prezzo per la conferenza pubblica serale è di 30 euro a persona. Prima però è il turno della conferenza stampa, per la quale siamo riusciti a farci accreditare come collaboratori di Radio Fujiko. Gli altri accreditati presenti sono alcuni giornalisti e cameraman di emittenti locali lombarde, preparatissimi redattori e collaboratori dell’interessante Nexus (www.nexusedizioni.it) , giornalisti indipendenti, bloggers e ricercatori per un totale di una trentina di persone. Keshe entra in sala scortato dalla security, accompagnato da due membri del suo staff, un traduttore simultaneo e alcuni componenti della sua famiglia, tra cui sua moglie e suo figlio. Sembra una persona molto calma e sicura, alto, robusto e con un espressione seria e rilassata. Quando inizia a parlare, sembra voler trasmettere ai suoi interlocutori molta fiducia e speranza, facendo un discorso introduttivo carico di visioni positive del futuro, usando la pace come argomento fulcro. Ci spiega che la Keshe Foundation è un’agenzia spaziale e che quindi la tecnologia che propone è pensata e rivolta soprattutto ai viaggi nello spazio, per migliorare le condizioni degli astronauti, ma afferma che le sue implicazioni nella vita di tutti i giorni, cambieranno la struttura sociale del pianeta. Praticamente, in parole povere, il reattore non sarebbe altro che una miniatura di pochi centimetri delle condizioni interne del nostro pianeta, di cui Keshe pensa di avere scoperto che nel plasma al suo interno, materia, anti-materia e materia oscura, siano racchiuse da un campo magnetico, che sarebbe l’atmosfera. Questo reattore, nelle varie versioni in cui i vari stati lo potranno costruire, sarebbe in grado di fare verosimilmente qualsiasi cosa che possiamo immaginarci, con un costo di produzione irrisorio. Keshe, facendo l’esempio dell’Ilva di Taranto, ci dice che potrebbe risolvere ovunque e con semplicità il problema dell’inquinamento, riconvertendo le microparticelle dannose alla nostra salute.
Per ora il primo e unico stato che ha accettato di partire con la sperimentazione è la Sierra Leone, dove lui è stato da poco a parlare, incontrando professori e studenti. Il suo scopo è quello di usare la tecnologia per il bene dell’umanità e dichiara obsolete le conoscenze e le attrezzature militari odierne, puntando molto sulla forza della conoscenza libera, usando internet come metodo per bypassare governi ed istituzioni, cercando quindi di avere un rapporto diretto col popolo, per metterlo nelle condizioni di scegliere da solo come andare avanti, attraverso l’informazione. Nei prossimi mesi dovrebbero uscire diversi nuovi video, presentazioni specifiche, istruzioni millimetriche e sezioni di laboratorio on line attraverso i vari server, per potere imparare da soli ed essere in grado di insegnare ad altri, come costruire la tecnologia. Sembra che da venerdì scorso, ci sia chi sta già lavorando alla realizzazione di alcuni prototipi, ed invita chi vuole e chi se la sente di unirsi al progetto, ad andare a raggiungere il gruppo di lavoro alla fondazione in Belgio, ovviamente un invito rivolto a chi ha competenze ad un livello molto alto nell’ambito delle scienze. Keshe è fiducioso, e pensa che in tre mesi i primi prototipi saranno pronti e visibili pubblicamente. Continuando a fare considerazioni sul fatto che probabilmente ci vorrà diverso tempo prima che tutta la scienza accetti queste “nuove teorie”, descrive come unico lato negativo della tecnologia, il fatto che ancora non si sappia se l’utilizzo del plasma possa costituire un pericolo per la salute dell’uomo in qualche forma, anche se per ora non c’è nulla che lo faccia pensare.
L’ora dedicata alla conferenza stampa vola, Keshe sembra avere trasmesso a molte persone uno stato d’animo pacifico e positivo, ma i detrattori sono dietro l’angolo. Prima della pausa in attesa della conferenza serale, l’intervista si chiude con una serie di alcune domande fatte dai collaboratori di Nexus, che ammoniscono l’ingegnere cambiando il punto di vista del suo discorso e mettendone in discussione il presunto tono buonista. Lui sembra non essere particolarmente disturbato da questo atteggiamento un po’ saccente, tra l’eccentrico e l’egocentrico, e conclude con una sorta di proverbio <<nel passato abbiamo copiato gli uccelli per fare l’aeroplano, oggi copiamo la terra per fare l’astronave>>. A conferenza stampa finita, gli ho regalato il cd dei MaMaAFR!KA (www.mercadonero.jimdo.com).

3_IL MAGNETISMO DI KESHE…
L’inizio della conferenza pubblica è programmato per le 21:00, nella sala quasi totalmente piena c’è un’atmosfera elettrizzante: tutti si stanno continuando a caricare di aspettative. Noi abbiamo i posti assegnati proprio in prima fila, ma quando andiamo per prenderli, ci accorgiamo che sono già occupati dalla famiglia Keshe, così ci andiamo a sedere in posti più defilati, vicino a un paio di nuovi amici.
La presentatrice saluta tutti (anche Radio Fujiko) e parte un filmato che parla, in modo spirituale, della possibilità che nel futuro la società si risvegli, incominci a vivere in armonia, abitando in particolari città costruite intorno a specchi d’acqua e possa viaggiare nello spazio. Dopo quest’inizio “ad effetto”, entra in scena Keshe. Parlando spiega a tutti quali siano le sue intenzioni e fa capire che le teorie su cui si basa, sono rivoluzionarie e molte volte sono totalmente in contrasto con le teorie ufficiali conosciute e studiate oggigiorno, cambiando l’idea che si ha sulla struttura di base dell’universo. Lui descrive la vita come l’interazione tra campi magnetici e campi gravitazionali (da cui MAGRAVS), cambiando il concetto di magnetismo e polarità negativa/positiva, trasformando il polo sud in “entrata” e il polo nord in “uscita”: tutto l’universo e le vite presenti in esso, sarebbero legate a questo flusso perpetuo. Il suo studio pluritrentennale è molto interessante, e per certi versi è un suggestivo mix di alcune idee tra Tesla, Todeschini e Ighina. Nei primi minuti riesce a trascinare ed intrattenere tutta la sala, sulle ali dell’entusiasmo. Tutte le persone che lo avevano conosciuto tramite internet, si aspettano qualcosa ed hanno pazienza. Ma piano piano Keshe perde un po’ del suo “magnetismo” su una parte del pubblico, un po’ perché quando inizia a mostrare il materiale che ha portato (alcuni filmati dalle immagini un po’ confuse, una serie di piccolissime calamite, un modellino del prototipo del reattore in un sacchetto di plastica, una lampadina, alcuni disegni o foto di pianeti) spiazza molti dei presenti, un po’ per via di una traduzione simultanea annaspante e approssimata che in certi momenti purtroppo risulta di difficile comprensione e leggermente fuorviante. Così si perde un po’ il ritmo e tutto inizia a sembrare un po’ grottesco, soprattutto agli occhi dei detrattori, che continuano a sentire Keshe dire a tutti di leggere il suo forum (www.keshefoundation.org) e il suo libro (che costa 40 euro) e fare dichiarazioni altisonanti, il più delle volte effettivamente non confermabili, riguardo rapporti con governi di alcuni paesi, azioni anti-militari che hanno fermato droni americani sui cieli dell’Iran, presunte guarigioni incredibili (una da un caso di paralisi, l’altra la ricrescita di un dito dopo l’amputazione). Le spiegazioni di Keshe si trascinano fino alla pausa di qualche minuto. Dopo la pausa c’è tempo per un po’ di domande dal pubblico prima della fine, tra le quali l’ultima fa accendere una piccola miccia, per il tono polemico con il quale viene posta. Tra la gente le opinioni sono contrastanti: c’è chi è rimasto folgorato dalla positività e chi invece non si ritiene soddisfatto dello spettacolo a cui ha assistito, colpevolizzando Keshe di richiedere alla gente un “atto di fede”, per il fatto di non portare prove sufficienti se non la sua parola e basta. Sicuramente un aria laicamente religiosa c’è in questo personaggio, che non a caso ha anche accostato, durante un discorso più ampio, le parole <<…pregare per il reattore…>>, oltre al fatto che, piuttosto di prove concrete, preferisca descrizioni più astratte ma semplificate. Così, mentre la maggior parte del pubblico esce dalla sala, inizia ad esserci un vero e proprio dibattito verbale tra il pubblico: la gente inizia a confrontarsi. Alcuni hanno paura che Keshe possa essere l’ennesima persona impreparata, messa lì dalle solite lobby del potere per distrarre parte della massa, come un classico specchietto per le allodole. Prima i toni sembrano aggressivi, poi piano piano inizia a stabilirsi un ordine e le persone parlano in successione, una dopo l’altra, esprimendo la propria opinione. La conferenza è finita prima di mezzanotte, ma un nutrito gruppo di persone, tra le quali la maggioranza sconosciute tra loro, è rimasto a parlare fino dopo le 02:00 di notte: qualcuno inizia ad accorgersi di cosa sta succedendo…. Stiamo parlando! Stiamo comunicando! Stiamo condividendo! Ci stiamo confrontando perché abbiamo a cuore le sorti del mondo! Per un attimo siamo ritornati ad essere animali sociali, in stretto contatto con gli altri nostri simili. Per un attimo siamo ritornati ciò che sembrava che ci fossimo dimenticati di essere! Così iniziamo a capire la forza di questo momento e ce lo diciamo, lo sottolineiamo. Quindi, con un grande personaggio come il Dr.Paolo Vanoli e altre interessantissime persone, ci diamo appuntamento al mattino seguente, quando Keshe avrebbe tenuto un’ulteriore conferenza, questa volta dedicata in particolare a medici e scienziati.

4_REALISMO TERMINALE (citazione di Guido Oldani)…
Dall’incontro mattutino, dove sono stati affrontati tecnicamente alcuni aspetti riguardanti le implicazioni mediche della tecnologia, in relazione a malattie come sclerosi multipla, tetraplegia e autismo, sono emersi alcuni aspetti interessanti del metodo operativo di Keshe in questa fase di divulgazione: praticamente è come se lui ora, oltre che trovare finanziamenti per realizzare materialmente il progetto, stesse cercando di radunare una sorta di esercito pacifico di scienziati illuminati, che abbiano filosoficamente la sua stessa visione apolitica, apartitica e areligiosa. Inoltre, una delle sue idee, come già detto in precedenza, è quella di riuscire ad arrivare direttamente all’interesse del popolo (sperando che possa utilizzare metodi più persuasivi, come azioni dimostrative lampanti ed esemplificative della tecnologia in funzione, perché tutti capiscano di cosa si tratta), in modo tale che poi siamo noi direttamente ad interessarci della cosa e a fare pressioni al nostro governo e ai nostri scienziati.
Penso comunque che una delle cose più positive e più concrete di queste bellissime giornate, sia il fatto di sapere che ora c’è Flavio X: questo è il nome che abbiamo dato al primo ingegnere che vive in Italia, che ufficialmente si è messo al lavoro per produrre un prototipo della tecnologia, in stretta collaborazione con la Keshe Foundation. Quindi ora è solo questione di tempo e di pazienza, per vedere come si evolverà questa vicenda così appassionante, spaziale ed incredibile….

articolo scritto da #685
www.intothebaobab.noblogs.org

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

NEWSPAPER(smokin'paper)...Noticias

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Giramundo... London2012... Radio Delirio...

i "programmi".. le idee... i sogni... per il Futuro...
Partire per un viaggio e scrivere un libro... e dopo la scrittura????
La pubblicazione de "L'INGANNO" non ha ancora una data precisa, ma avverà inizialmente nel formato cartaceo (fogli fotocopiati) e attraverso i siti internet www.mercadonero.jimdo.com, intothebaobab.noblogs.org. Si potranno sicurmanete trovare, a tempo debito, info utili anche su facebook (MaMaAFR!KA12, Cico Giramundo,...) e su questo canale di youtube, ovvero: BBCiCOZ(((Magic*Channel))).
Verrà anche aperto un sito apposito.
La distribuzione de "L'INGANNO", sarà resa particolare, oltre che per il contenuto del libro (dedicato all'umanità), dal fatto che avverrà in due fasi principali.
La prima fase consisterà nel fare usicre ogni due settimane circa, per 3 o 4 mesi dopo la data di pubblicazione, dei video relativi ai metodi di presentazione fantasiosi e stradaioli che ho pensato di utilizzare simbolicamente per smuovere un po' di curiosità tra le persone che se ne accorgeranno.
La seconda fase di distribuzione/ri-presentazione, sarà un tentativo di coinvolgere diversi artisti italiani, per farli partecipare alla creazione della versione audio-libro "L'INGANNO", effettutando delle letture emblematiche, su una colonna sonora principalmente pianistica, suonata e composta da me e da altri fratelli, tra cui Luis War, Ventur e altri MaMaAFR!KA.

IL FUMETTO "GiRAMUNDO".....
l'idea della storia Giramundo è nata nel 2009 grazia alla collaborazione con il Teatro Dell'Argine e la bellissima iniziativa "in viaggio verso l'accampamento mondo".
Giramundo non è altro che uno spettacolo in cui vengono romanzati alcuni raccontati di storie personali realtive a viaggi reali o simbolici, in luoghi particolari del nostro pianeta.
il titolo completo dello spettacolo è "Giramundo: un viaggio tra teatro di vita e musica di strada". Purtroppo non è stato interpretato molte volte in pubblico.
Con il libro-fumetto "Giramundo", l'idea è semplicemnte quella di riportare le storie raccontate, in una versione a fumetti.
Per la realizzazione di questa opera d'arte, saranno coinvolti diversi disegnatori, saranno quindi presenti diverse tecniche illustrative. Questo elemento costituisce un punto di interesse per gli amanti dell'arte del fumetto, dando sicuramente un valore aggiunto ai contenuti delle storie.

DEL RESTO.....

GRAN VIAGGI....

IN TUTTI I SENSI....

...Grazie!
Cico

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

NEWSPAPER(smokin'paper)...Noticias

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

TG CiCO
news senza tempo...
TG CiCO ...is one of da firsts LO-FI DUB web Radio News in da Planet...

TG CiCO ...è uno dei primi RadioGiornali DUB* in LO-FI*'... (Very Soon LiVE too / Presto anche dal vivo)
IN QUESTA EDIZIONE SI PARLA DI...
#CrimineCulturale! 
#EmergenzaEcologia!
#Massoneria!
#Illuminati! 
#GruppoBilderberg!
#ScieChimiche!
#GuerraAfrica!
#ControlloDeiSemi!
#Monsanto!
#NuovoOrdineMondiale!
#AIDS!
#Depopolazione!
#UFO!

#IncidenteAutobusCongo!

#RinoGaetano!
#MST(MovimentoSemTerra)!
#Energia Libera!
#CanapaUsoMedico!
#Rivoluzione!


* DUB = Il dub (letteralmente tradotto in "doppiare"[1]) deve il suo nome alla pratica del dubbing instrumental, ovvero la pubblicazione della versione ritmica sul Lato B dei singoli in formato 45 giri dei brani reggae; tale pratica portò presto allo sviluppo di un vero e proprio stile autonomo grazie soprattutto alle sperimentazioni psichedeliche degli ingegneri del suono con i loro mixer[2]. 
*' LO-FI = Con il termine bassa fedeltà (o anche Lo-Fi, contrazione del termine in lingua inglese low fidelity) si indica un tipo di produzione musicale povera rispetto agli standard usuali (high fidelity) e realizzata utilizzando una strumentazione non particolarmente eccelsa ed elaborata nella fase di registrazione, sia per carenza di mezzi e di risorse adeguate, ma anche per scelta consapevole e volontaria.

DIMENTICA IL DOLORE!!!! ESSERE FELICI E' POSSIBILE!!!VIVERE IN PACE!!! TROVARE L'ARMONIA COSMICA!!!! Dimentica L'Odio! Impara a Perdonare! a Chiedere Scusa!IL PASSATO E' PASSATO... ORA IL PRESENTE!!!!IL FUTURO: PROSSIMAMENTE... Segui La Karovana...!!!! Solo Amore!!!! (((e Confusione)))Babylon (il sistema: il capitalismo, le istituzioni religiose...) predica e ci insegna la divisione, la gelosia, la possessività, la competizione... Noi siamo per L'Unità tra popoli! L'Unità tra persone! La Differenza reciproca è la nostra ricchezzaed è la nostra uguaglianza!

Noticias...NEWSPAPER(smokin'paper)